LETTERA AI SOCI su Elezioni FASDIR 2019

 Cari colleghi,

  Vi informo che nella seduta del 18 giugno u.s. il Consiglio di Amministrazione del FASDIR, ormai a fine mandato, ha deliberato - tra l'altro - di avviare le procedure per il rinnovo degli Organi Sociali del Fondo (Consiglio di Amministrazione, Collegio dei Revisori, Collegio dei Probiviri).

  Nei prossimi giorni, pertanto, saranno recapitate al Vostro indirizzo le schede elettorali che recano i nomi dei colleghi candidati a far parte dei tre organismi sopra indicati.

  Da parte nostra riteniamo di non darvi alcuna indicazione di voto lasciando alla libertà di ognuno la possibilità di scegliere coloro che dovranno amministrare il FASDIR per il prossimo triennio.

  Ci permettiamo peraltro di rivolgere un caloroso invito a tutti i nostri Soci di "votare" , cioè di scegliere fra  i candidati a far parte del Consiglio di Amministrazione, del Collegio dei Revisori e del Collegio dei Probiviri coloro che a vostro insindacabile avviso sono in grado di garantire al FASDIR di continuare a erogare ai Soci i rimborsi per le prestazioni effettuate.

  Perché è importante votare? Perché il FASDIR è forse il piu' importante "benefit" di cui dispongono gli anziani che, ancor piu' dei dirigenti in servizio, hanno bisogno di affrontare accertamenti sanitari, terapie, interventi chirurgici ecc. per tutelare la propria salute. Anche se il Servizio Sanitario Nazionale garantisce buone prestazioni, tutti avete potuto sperimentare che - in caso di urgenza - è necessario ricorrere alle prestazioni di Strutture private (Case di Cura, Medici Specialisti, Ambulatori ecc.) il cui costo è sempre piu' elevato, mentre il valore delle nostre pensioni, falcidiate da imposte e balzelli di vario tipo, tende sempre piu' a diminuire.

  Alla luce di questi elementi è molto importante che il FASDIR continui a rappresentare una "sicurezza" per ogni Socio in modo che, quando si presenta l'esigenza di ricevere prestazioni sanitarie, ognuno possa sapere in modo chiaro e trasparente che cosa garantisce il Tariffario.

  Nel corso degli ultimi due anni, il FASDIR ha ammodernato la sua struttura stipulando un contratto con una Struttura privata (AON Hewitt), alla quale ha affidato il compito della gestione dei rimborsi e dell'inoltro contestuale delle fatture ad ASSIDAI (per coloro che hanno deciso di iscriversi a questa Assicurazione integrativa del FASDIR). Inoltre AON garantisce la possibilità di ricevere la prestazione in forma "diretta" (cioè senza dover corrispondere l'onorario alla Struttura) se il Socio si rivolge alle Strutture "convenzionate".

  Sul nuovo sistema ci sono opinioni contrastanti, soprattutto perché il meccanismo dei rimborsi di AON, che è come tutti gli attuali sistemi basato quasi esclusivamente su operazioni "informatizzate", necessita perciò stesso della disponibilità e del corretto uso di un "computer". Quindi quei Soci che non hanno, non sanno o non vogliono usare il "PC", si sono trovati di fatto all'oscuro dell'iter previsto per il rimborso delle fatture.

Non solo, ma l'applicazione rigorosa di criteri di valutazione oggettivi (necessità di fornire sempre la diagnosi delle prestazioni specialistiche, esigenza di presentare la documentazione sanitaria "completa", errori nell'attribuzione dei codici fiscali e delle coordinate IBAN del c/c sul quale effettuare il rimborso, ecc.) ha provocato alcuni disguidi, facilmente sanabili da parte di coloro che sono in grado di accedere alla procedura informatica, ma talvolta insormontabili da parte di coloro che non possono verificare l'iter delle pratiche di rimborso.

  Ciò premesso, è indiscutibile che la procedura di rimborso prevista da AON ha permesso di ridurre i tempi di attesa a poche settimane, come hanno potuto constatare tanti colleghi che hanno (direttamente o indirettamente) una certa dimestichezza con l'informatica, eliminando così le lunghe attese in atto fino al 2017.

  Per permettere a tutti di poter ricevere gli stessi benefici è comunque necessario garantire una maggiore attenzione nei confronti di quanti non sanno avvalersi delle procedure informatiche. Senza pretendere che tutti  i Soci debbano imparare ad "usare" il PC, ci sentiamo di raccomandare a chi si trova in queste condizioni di rivolgersi ad un familiare (magari ad un nipote facente parte dei cosiddetti "nativi digitali"), che possa seguire l'iter dei rimborsi ed evitare che - in assenza di informazioni - i tempi di attesa si allunghino in modo preoccupante.  Vorremmo anche ricordare che per acquisire le notizie sullo stato dell'arte dei rimborsi è sufficiente telefonare al numero "verde" di AON (800.893.531) che è in grado di rispondere a qualsiasi domanda. Certo, come tutti gli uffici (FASDIR compreso), il numero verde si può chiamare solo dalle h. 9.00 alle h. 18.00 e il sabato e la domenica non è raggiungibile creando disagi proprio quando si sentirebbe bisogno di parlare con AON con una certa urgenza ma - poiché tutto è migliorabile - auspichiamo che in un prossimo futuro possano essere trovate soluzioni valide a questi inconvenienti.               

   In conclusione, senza essere ostinati difensori delle nuove procedure, riterremmo che un ritorno al sistema in atto fino all'estate del 2017 – pur auspicato da diversi colleghi - non sia ormai più praticabile perché abbiamo tutti bisogno di un Fondo di Assistenza moderno, in grado di garantire di poter fruire in modo "automatico" delle prestazioni richieste e di ottenere il relativo rimborso in tempi "certi".

  Ecco perché chiediamo a tutti i Soci dell'ADPRAI di non rinunciare ad esprimere le proprie preferenze attraverso l'esercizio del voto. Il FASDIR assiste piu' di 1000 nuclei familiari e, di questi, circa 700 sono quelli dei dirigenti pensionati che si avvalgono in larga misura delle strutture sanitarie pubbliche e private. Considerato che il costante aumento dei costi della Sanità costringerà in un prossimo futuro il Servizio Sanitario Nazionale a ridurre progressivamente il livello delle prestazioni, sarà sempre piu' necessario avvalersi delle prestazioni erogate da Strutture private. Per tale motivo abbiamo il dovere di difendere il FASDIR e di chiedere - anche attraverso l'esercizio del voto -  che possa fornire prestazioni sempre piu' ampie, compatibilmente con l'equilibrio del Bilancio.

  A proposito del Bilancio vorremmo sottolineare come da diversi anni, finora il FASDIR presenta Bilanci in attivo o in equilibrio che hanno permesso di aumentare in misura considerevole la "riserva" del Fondo al fine di garantire l'erogazione delle prestazioni anche in caso di eventuali "default". A coloro che criticano questa gestione oculata delle "risorse", rispondiamo che in una materia delicata come è la Sanità, la prudenza deve accompagnare sempre le scelte degli Amministratori. Comunque il passo che tutti si attendono dal FASDIR è una profonda "revisione" del Tariffario che consenta, da un lato, di evitare sprechi, e, dall'altro, di prevedere il rimborso per quelle prestazioni oggi escluse, in modo di adeguarlo ai principali tariffari degli altri Fondi sanitari.

  Con questo auspicio auguriamo a tutti buone vacanze.  Con l'occasione informiamo i Soci che gli uffici dell'ADPRAI saranno chiusi per la pausa estiva dal 12 luglio al 10 settembre p.v. 

  Cordiali saluti.

                                                                                                        IL PRESIDENTE

                                                                                                        (Otello Onorato)

 Roma, 18 giugno 2019.

Utilizziamo i cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa estesa.